SEGHERIA

Nella lavorazione delle doghe, tutti i pezzi di legno che entrano in produzione richiedono un’attenzione particolare per leggere le loro caratteristiche e adattare il modo in cui vengono modellati. Il legno viene maneggiato a mano in ogni fase.

LE FASI DELLA FABBRICAZIONE

01 - Ritiro dei roveri acquistati

01 - Ritiro dei roveri acquistati

Gli alberi acquistati in loco dal gruppo Charlois vengono ritirati nei 12 mesi successivi alla vendita (secondo il piano di gestione sostenibile) nel rispetto delle buone pratiche dell’attività di sfruttamento delle foreste e dei regolamenti specifici di ogni parcella.

02 - Trasporto fuori dalla foresta e verso le merranderie del gruppo Charlois

02 - Trasporto fuori dalla foresta e verso le merranderie del gruppo Charlois

Dopo essere stati portati ai confini delle parcelle, i tronchi vengono accatastati a bordo strada in attesa del ritiro da parte di un apposito autocarro che li trasporterà poi alle merranderie del gruppo Charlois.

03 - Selezione dei tronchi

03 - Selezione dei tronchi

Permette di selezionare i tronchi che saranno utilizzati per produrre le assi, mentre gli altri saranno destinati alla segheria, soprattutto per la fabbricazione di traversine ferroviarie.

04 - Troncatura

04 - Troncatura

Dopo la selezione, i roveri selezionati per le assi vengono tagliati in pezzi (di circa 1,20 m)

05 - Spacco

05 - Spacco

È una fase chiave della merranderie, nella quale il pezzo di tronco viene spaccato in vari quarti seguendo la direzione della fibra del legno. Questa operazione garantirà la tenuta delle future doghe.

06 - Taglio a sega

06 - Taglio a sega

I quarti ottenuti vengono segati in senso longitudinale, sempre seguendo la direzione della fibra del legno e in base allo spessore desiderato delle future doghe (22, 27, 32 o 42 mm).

07 - Rifilatura

07 - Rifilatura

Le tavole ottenute vengono poi rifilate per eliminare da un lato la corteccia e l’alburno e dall’altro la parte centrale, per ottenere una tavola diritta (larghezza tra 4 e 12,5 cm per il corpo della botte e più di 5 cm per i fondi).

08 - Controllo/selezione

08 - Controllo/selezione

Ogni asse è controllata singolarmente. Quelle che presentano difetti sono contrassegnate con gesso rosso a seconda del tipo (schegge, nodi, fibra tagliata, ecc.).

09 - Accorciatura

09 - Accorciatura

Le assi così contrassegnate vengono poi tagliate (per eliminare i difetti) e suddivise in base alla lunghezza (corpo della botte: 110, 105, 95 o 90 cm – Fondo: da 40 a 80 cm – Assicelle di rovere: 33 cm).

10 - L’accatastamento

10 - L’accatastamento

Le assi vengono accatastate su pallet aperti di 0,5 m3 per favorire la circolazione dell’aria durante il periodo di stagionatura all’aria aperta. I pallet di assi sono poi lasciati nelle aree di stagionatura all’aria aperta per almeno 20 mesi

01

Ritiro dei roveri acquistati

Gli alberi acquistati in loco dal gruppo Charlois vengono ritirati nei 12 mesi successivi alla vendita (secondo il piano di gestione sostenibile) nel rispetto delle buone pratiche dell’attività di sfruttamento delle foreste e dei regolamenti specifici di ogni parcella.

02

Trasporto fuori dalla foresta e verso le merranderie del gruppo Charlois

Dopo essere stati portati ai confini delle parcelle, i tronchi vengono accatastati a bordo strada in attesa del ritiro da parte di un apposito autocarro che li trasporterà poi alle merranderie del gruppo Charlois.

03

Selezione dei tronchi

Permette di selezionare i tronchi che saranno utilizzati per produrre le assi, mentre gli altri saranno destinati alla segheria, soprattutto per la fabbricazione di traversine ferroviarie.

04

Troncatura

Dopo la selezione, i roveri selezionati per le assi vengono tagliati in pezzi (di circa 1,20 m)

05

Spacco

È una fase chiave della merranderie, nella quale il pezzo di tronco viene spaccato in vari quarti seguendo la direzione della fibra del legno. Questa operazione garantirà la tenuta delle future doghe.

06

Taglio a sega

I quarti ottenuti vengono segati in senso longitudinale, sempre seguendo la direzione della fibra del legno e in base allo spessore desiderato delle future doghe (22, 27, 32 o 42 mm).

07

Rifilatura

Le tavole ottenute vengono poi rifilate per eliminare da un lato la corteccia e l’alburno e dall’altro la parte centrale, per ottenere una tavola diritta (larghezza tra 4 e 12,5 cm per il corpo della botte e più di 5 cm per i fondi).

08

Controllo/selezione

Ogni asse è controllata singolarmente. Quelle che presentano difetti sono contrassegnate con gesso rosso a seconda del tipo (schegge, nodi, fibra tagliata, ecc.).

09

Accorciatura

Le assi così contrassegnate vengono poi tagliate (per eliminare i difetti) e suddivise in base alla lunghezza (corpo della botte: 110, 105, 95 o 90 cm – Fondo: da 40 a 80 cm – Assicelle di rovere: 33 cm).

10

L’accatastamento

Le assi vengono accatastate su pallet aperti di 0,5 m3 per favorire la circolazione dell’aria durante il periodo di stagionatura all’aria aperta.

I pallet di assi sono poi lasciati nelle aree di stagionatura all’aria aperta per almeno 20 mesi

Siete interessati ai nostri prodotti?